CMS SEO Friendly, CMS E-CommerceMagazine Online S.E.O., i C.M.S., E-Commerce e Posizionamento sui Motori di Ricerca - E-mail: info@zoewebsolutions.it

3 insidie SEO da evitare nel 2018

3 insidie SEO da evitare nel 2018

Il Search Engine Optimization, o come è amorevolmente chiamato, SEO, è ormai quasi una strategia comune. In quale altro modo riuscirai a raggiungere in modo efficace i tuoi obiettivi sul tuo sito?

Il processo sembra così semplice: ottieni parole chiave, usa le frasi giuste, includi una serie di link e il gioco è fatto! Ma molte aziende hanno trovato questa via difficile, anche dopo aver impiegato tutti i loro sforzi nel SEO.

Il SEO, come strategia, richiede poco tempo per essere eseguito, ma richiede più tempo per essere padroneggiato. Pazienza, apprendimento costante e messa a punto di alcuni dei punti di considerazione ottimali possono aiutarti. Ricorda, l'approccio SEO giusto può portare il tuo marchio a pagina 1!

Evita di essere accecato da queste pratiche (tutte troppo comuni):

1. Ignorare le analisi di conversione

Non entriamo nell’ambito specifico CPC o PPC, ma l'obiettivo del SEO è la conversione e questo è spesso trascurato. Per cominciare, è tempo di evitare parole chiave ad alto traffico se non generano conversioni. Le parole chiave a basso traffico, poiché sono molto più specifiche, possono portare a tassi di conversione molto migliori insieme al prerequisito dell'aspetto dei risultati della pagina 1.

Successivamente, è necessario tracciare, misurare e analizzare il rendimento di tali parole chiave in termini di conversioni e unità di vendita. Questo ti aiuterà a confrontare le serie di parole chiave, in modo da poter identificare esattamente quale di esse sta producendo i risultati desiderati.

2. Manca la ricerca locale

Se sei un player globale il tuo sito è probabilmente già a pagina 1. Per le aziende i cui obiettivi principali (lead / potenziali clienti / acquirenti) provengono da una particolare regione o città, c’è bisogno di maggiore consapevolezza attraverso la ricerca locale. Google, insieme ad altri motori di ricerca, ha un diverso set di algoritmi per gestire la ricerca locale rispetto alla ricerca globale.

Le parole chiave che sono specifiche per le città o le regioni devono essere incluse nei titoli (pagine) e nelle meta descrizioni per ottenere il lancio della ricerca locale. Un altro pratico modo per ottimizzare la ricerca locale consiste nell'includere il numero di telefono e l'indirizzo nei footer o nelle intestazioni per apparire in modo prominente nei risultati locali. E sì, non dimenticare inserire il sito nelle reti di recensioni e nei siti locali!

3. Ottimizzazione della parola chiave

Molte marche spesso fanno l’errore di ottimizzare:

* Parole chiave globali, ma i loro prodotti / servizi sono per i clienti locali

* Parole chiave generiche, che generano traffico casuale da visitatori che non sono interessati alle loro offerte

* Parole chiave ingannevoli, che indirizzano solo visitatori che cercano informazioni e non acquirenti al loro sito

* Parole chiave principali, che hanno già una forte concorrenza con i migliori team SEO che difendono la loro posizione in classifica

Per ottenere il massimo dall'ottimizzazione, devi essere molto specifico. Quando opti per parole chiave generiche, potresti ottenere il traffico previsto, ma non durerà molto. Come si suol dire, l'insuccesso istantaneo è meglio del successo transitorio! Quanto più sei specifico con le tue parole chiave / frasi, a lungo termine, genererai più traffico qualificato e pertinente e classifiche migliori.

Contattaci per informazioni

Risponderemo al più presto

Contattaci per informazioni

Risponderemo al più presto