CMS SEO Friendly, CMS E-CommerceMagazine Online S.E.O., i C.M.S., E-Commerce e Posizionamento sui Motori di Ricerca - E-mail: info@zoewebsolutions.it

SEO e E-commerce: gli errori più comuni e le tecniche di ottimizzazione

SEO e E-commerce: gli errori più comuni e le tecniche di ottimizzazione

Lo scopo dei siti e-commerce come sappiamo è quello di creare utili economici, pertanto la visibilità è il mezzo più importante per poter raggiungere quanti più utenti è possibile. Per evitare che il nostro sito rimanga deserto occorre prestare attenzione a qualche accorgimento fondamentale. E se si seguono le regole fondamentali non è impossibile competere con i siti di vendite più famosi al mondo. Bisogna però sapere che le strategie SEO per un sito e-commerce sono diverse da quelle che si utilizzano per un normale sito.

Innanzitutto analizziamo i principali errori che si commettono sui portali di shopping online. Ovvero la mancanza di una ottimizzazione del crawl budget, i tempi di caricamento del sito troppo lunghi, mancata implementazione del tag rel”=canonical” (ovvero la gestione dei contenuti simili e l’eliminazione dei contenuti duplicati), cattiva indicizzazione di ogni singola pagina del sito, mancanza della versione mobile del sito.

Il crawl budget è la quantità di risorse che Google impiega per indicizzare il nostro sito. I siti e-commerce hanno di solito una barra laterale che consente di scegliere colori, taglia, o altre opzioni per ogni singolo prodotto. Un file robots.txt ben ottimizzato può semplificare il lavoro di Google eliminando dalla sua indicizzazione tutte le pagine inutili per una strategia SEO.

La velocità di caricamento di una pagina incide inevitabilmente sulla soddisfazione dell’utente e Google ne tiene conto in maniera molto importante, tanto che ha creato un tool che si chiama Pagespeed Insights che offre un’analisi completa delle prestazioni delle nostre pagine in fatto di tempi di caricamento.

Una delle caratteristiche dei siti e-commerce è quella di avere spesso pagine con contenuti uguali ma con solo una variabile diversa, come il colore, la taglia, ecc. Questo complica e allunga il lavoro di Google nell’indicizzazione, e Google potrebbe penalizzarci quando trova due pagine uguali. La cosa migliore sarebbe creare contenuti diversi per ogni singola pagina.

Indicizzare ogni singola pagina del sito è spesso difficile per Google se pensiamo al sistema di classificazione dei prodotti, pertanto la soluzione migliore è quella di creare un sistema di pagine interconnesso che consenta una indicizzazione semplice da parte di Google per ogni singola pagina presente sul nostro sito.

Infine, non smetteremo mai di ricordarlo, anche per i siti di shopping online è fondamentale avere una versione mobile. Sappiamo quanto oggi sia cresciuto il traffico di ricerche online tramite smartphone pertanto è ipotizzabile pensare che sempre più persone cercheranno i nostri prodotti tramite dispositivi mobili e se non saremo in grado di offrire loro un’esperienza di navigazione comoda e ottimizzata per device mobili perderemo inevitabilmente una consistente fetta di potenziali clienti.

Contattaci per informazioni

Risponderemo al più presto

Contattaci per informazioni

Risponderemo al più presto