CMS SEO Friendly, CMS E-CommerceMagazine Online S.E.O., i C.M.S., E-Commerce e Posizionamento sui Motori di Ricerca - E-mail: info@zoewebsolutions.it

La ricerca per immagini: il nuovo volto del SEO marketing

La ricerca per immagini: il nuovo volto del SEO marketing

Uno studio del 2017 curato da Jumpshot & Moz sostiene che la ricerca attraverso le immagini è molto utilizzata. Circa il 275 di tutte le ricerche infatti sono per le immagini. MozCast svela che i blocchi immagine sono circa l'11% dei risultati di Google. Mentre i dati di Jumpshot rivelano che le immagini rappresentano il 3% di tutti i clic di ricerca di Google.

Per essere onesti l'ottimizzazione delle immagini è la preistoria del mondo SEO. La cura delle immagini in ambito SEO è senz’altro un elemento importante ma di certo non migliorerà il posizionamento se non correlata a tutti gli altri aspetti di cui siamo già a conoscenza.La maggior parte delle best practices SEO per immagini sono studiate più per l'esperienza degli utenti che il ranking dei motori di ricerca.

Una volta la ricerca per immagini funzionava in base a una query testuale secondo la quale il motore di ricerca cercava la migliore corrispondenza visiva. Oggi è possibile cercare sui motori di ricerca anche attraverso immagini quindi partendo da una query visiva. Questo perché anche il comportamento degli utenti sta cambiando.

Quando vedi qualcosa che ti interessa, che sia online che offline, vuoi un modo facile e veloce per avere maggiori informazioni. Per esempio, se si vedono un paio di scarpe in una rivista, con il riconoscimento delle immagini, è possibile scattare una foto e trovare oggetti simili per la vendita on-line. Questo comportamento sta diventando usuale e ha aperto le opportunità per le aziende di entrare nel ciclo di acquisto con la foto come la query di ricerca.

Questo colloca le aziende più in alto nel metodo di conversione rispetto a una query di ricerca basata su testo.La ricerca visiva sta rapidamente diventando uno strumento importantissimo su cui si basano molte applicazioni per lo shopping e l'impatto sugli indicatori KPI, non è una sorpresa.

BloomReach ha scoperto che la ricerca visiva ha prodotto un 48% in più di visualizzazioni del prodotto. I consumatori effettuano il 57% in più di richieste di prodotti e spendono in media il 9% in più sui dispositivi mobili rispetto a coloro che non li usano.

Amazon, Pinterest, e molti altri hanno lanciato funzionalità di ricerca visiva su smartphone e Google non sta di certo a guardare. Il futuro è "Lens” che utilizzando il nostro smartphone  ci consente di tradurre il mondo reale in una azione digitale. Non più codici QR o tag snap. Il riconoscimento dell'immagine per la ricerca su Google sta arrivando. Presto sarà possibile puntare la fotocamera del nostro telefono su un prodotto per scoprirne le caratteristiche, trovarne il prezzo e anche acquistarlo. 

Contattaci per informazioni

Risponderemo al più presto

Contattaci per informazioni

Risponderemo al più presto